National contender?

Viste le ultime prestazioni, mi sentirei di dire di si, forse al di là delle aspettative che potevamo avere in fase di preview della stagione.

Ma l’esperienza maturata alle Bahamas dove i Blue Devils hanno vinto il Battle 4 Atlantis contro avversari di alto rango (in 3 giorni affrontate due squadre quadrate e che faranno il torneo come Minnesota e VCU, per concludere contro un’altra contender come Louisville), per continuare ieri nell’annuale ACC/Big 10 Challenge contro Ohio State, Duke ha dimostrato di poter dire la sua quest’anno nella corsa alle Final Four:

Continue Reading »

Share

Prova di forza

Altra prova convinta per la truppa di Coach K all’esordio nel Battle 4 Atlantis alle Bahamas, contro una Minnesota che si è rivelata come da previsione squadra quadrata e ben preparata.

Spazio subito ad alcune brevi note:

  • Mason Plumlee si conferma come serio candidato ad un quintetto All America: 20 punti, 17 (!!!) rimbalzi e un perentorio 8/10 dalla lunetta. Unica pecca è stata che nei primi dieci minuti del secondo tempo non è stato cercato a sufficienza dai compagni;
  • Seth Curry è un altro dei leader emotivi di questa squadra: nonostante l’infortunio anche ieri 33 minuti in campo con 25 punti e 3/3 dalla lunghissima; speriamo che riesca ad essere efficace nei 3 giorni di partite come lo è stato nel primo;
  • Quinn Cook ha giocato la sua miglior partita in maglia Duke. Di gran lunga. Sempre sotto controllo, presentissimo sia in attacco (17 punti), che in difesa (pressione costante sulla palla e ben 5 recuperi). Cook è un giocatore trasformato rispetto all’anno da frehsman e il fatto che abbia riguadagnato il quintetto iniziale è assolutamente meritato Continue Reading »
Share

L’esperienza conta!

Non riuscendo ad essere puntuale come vorrei nello scrivere quattro parole di recap, mi ripropongo quantomeno di scrivere qualche impressione sulle gesta dei nostri eroi: quale migliore occasione per iniziare che il Champions Classic di ieri sera che ha visto i Blue Devils opposti ai campioni in carica di Kentucky?

Continue Reading »

Share

Recruiting update (visita di Jabari inside)

Piccolo update dedicato solamente al reclutamento: parliamo sia di classe 2013 che di quella 2014.

Andando con ordine, alla Countodown to Craziness erano presenti molti recruit di estremo interesse:

  • Tyus Jones: dopo la riclassificazione di Wiggins alla classe 2013 è diventato il numero 1 della classe; PG dominante, buonissimo in penetrazione e distribuzione del gioco, deve migliorare sicuramente il tiro da fuori e irrobustirsi per riuscire a gestire al meglio i contatti a livello collegiale;
  • Jahill Okafor: lungo più interessante della classe 2014, protagonista di un’estate dominante con la nazionale di categoria USA, ha fatto sapere di considerare assai seriamente la possibilità di essere un Blue Devils;
  • Theo Pinson: ala piccola classica, capace di attaccare il canestro, sicura top 15 della classe 2014, ha manifestato molto interesse in Duke, ribadito anche nel corso della visita;
  • Karl Towns: dominicano, già membro della nazionale maggiore in estate (ha giocato qualche minuto anche contro gli USA allenati da Coach K in estate), è un progetto più a lungo termine, essendo della classe 2015: ala di 207 cm è ancora acerbo allo stato attuale, ma ciò non gli impedisce di essere il numero 1 assoluto della sua classe.
Tra le altre cose bisogna notare come Jones, Okafor e Pinson abbiano manifestato l’interesse (serio, o almeno maggiore rispetto a quanto si sente di solito) di giocare insieme a livello collegiale..e sembra che dopo la visita tale intenzione si sia ulteriormente rafforzata includendo anche Pinson…
E poi…

Continue Reading »

Share

Top 5 per Parker e data della visita ufficiale

E’ di un paio di giorni fa la notizia che Jabari Parker, prospetto numero 1 della classe 2013,  ha ridotto considerevolmente la lista di scuole ancora in lizza per i suoi servigi: hanno infatti passato il taglio oltre a Duke anche Michigan State, BYU, Florida e Stanford.

Continue Reading »

Share